web analytics

Trasparenza aziendale e definizioni operative sulla presa appuntamenti

Questo documento riassume il nostro telemarketing, in cosa consiste e qual’e’ il ruolo dell’ agente nostro cliente.

Il nostro telemarketing e’ strutturato in quattro fasi:

  1. Presentazione impeccabile e chiara da parte delle nostre operatrici. Chi siamo e cosa rappresentiamo;
  2. Motivo della telefonata. Perche’ ti sto chiamando e cosa ti voglio comunicare;
  3. Il motivo perche’ il potenziale dovrebbe ricevere l’agente che stiamo rappresentando. Il potenziale cliente sollevera’ sicuramente una serie di obiezioni e noi dobbiamo essere bravi a smontarle una dopo l’altra. Piu’ obiezioni solleva piu’ e’ interessato;
  4. Ultimo, ma non ultimo, Conferma appuntamento e raccolta dati per profilare il potenziale cliente. Dal momento che sono stati definiti i primi tre punti si passa alla presa dell’appuntamento vero e proprio. Andremo a chiedere tutta una serie di informazioni quali: indirizzo di posta, numero alternativo o cellulare, dove e’ ubicata l’attivita’ e quant’altro. Se il potenziale cliente non e’ interessato a fissare alcun appuntamento tutte queste informazioni non le da.

Qual’e’ il ruolo dell’agente

Poniamo il caso che l’agente (o commerciale dir si voglia) si trova in una strada dove ci sono 50 attivita’ commerciali e cerca di entrare in tutte e cinquanta. C’e’ chi lo fara’ parlare, chi non avra’ tempo e lo manda via, dove non e’ presente il titolare, dove dovra’ ripassare, chi e’ interessato…insomma tutta una serie di situazioni che conosciamo molto bene e che possono mettere a dura prova la spinta motivazionale.

Quando si riesce a parlare con un potenziale cliente non e’ detto che riusciamo a vendere. Il potenziale cliente inizia con – sono a posto cosi, non mi serve nulla, ho tutto, perche’ dovrei cambiare ecc.ecc. In buona sostanza il potenziale cliente ti sta dicendo – vediamo se sei veramente in gamba e me la sai vendere. Vediamo cosa riesci a fare.

In quasi 38 anni di onorata attivita’ ho venduto dove inizialmente il potenziale cliente iniziava cosi. Li l’agente deve sfoggiare tutto il suo sapere per entrare nelle grazie del potenziale cliente per farlo poi diventare un cliente.

Esistono delle situazioni dove l’agente acquista appuntamenti perche’ e’ convinto di trovare l’omino con la penna in mano pronto a firmare il contratto. Purtroppo tutto cio’ non succedera’ mai. La generazione dell’appuntamento ce la dobbiamo sudare mentre l’agente si dovra’ sudare la vendita.

Esistono anche agenti che per giustificare la mancata vendita danno la colpa al call center che ha fissato male l’appuntamento. Abbiamo insistito talmente tanto al punto da “strappare” l’appuntamento. E’ giusto sapere che nel tempo abbiamo perfezionato la nostra modalita’ di verifica degli appuntamenti appunto per evitare di incorrere in situazioni spiacevoli e quant’altro.

  • Presa dell’appuntamento;
  • Invio dell’appuntamenti al nostro cliente;
  • Il giorno prima conferma dell’appuntamento;
  • Quality Check. Due ore dopo l’avvenuto appuntamento il potenziale cliente verra’ ricontattato dal nostro personale per verificare se in fase di appuntamento e’ andato tutto bene e, soprattutto, se il consulente e’ stato ricevuto. La telefonata di quality check verra’ conservata all’interno dei nostri sistemi informatici protetti.

Abbiamo un’etica e nel nostro lavoro ci mettiamo l’anima. Esattamente come tanti agenti che sanno vendere e consigliare al meglio il proprio cliente.

Il lavoro lo svolgiamo in sinergia con il nostro cliente. Conosciamo il mondo della vendita come conosciamo il mondo della presa appuntamenti. Sappiamo quanto e’ fastidioso ricevere “porte in faccia”. La nostra azienda puo’ essere utile solo a chi desidera seriamente avere un supporto quale strumento utile alla rete commerciale.

Maurizio Lombardo
Titolare Telemarketingpro